IN DIFESA DEL PARCO DEGLI ULIVI: LE ALTERNATIVE ALLA CEMENTIFICAZIONE CI SONO E PROPOSTE DA ANNI!

06.04.14_-_parco_ulivi_2.jpg

 

06.04.14_-_parco_ulivi_2.jpg

 

Stamattina, primo appuntamento di cittadini, movimenti,
associazioni, partiti, in difesa del Parco degli Ulivi. Sull’attualità e sulla
storia di questa vicenda, rinvio a: 20000 METRI CUBI DI CEMENTO NEL PARCO DEGLI ULIVI! CHE FINE HA FATTO LA DELOCALIZZAZIONE DEI VOLUMI?

Le soluzioni ci sono e proposte da anni [v., ad esempio,
questo mio documento dei primi giorni di luglio 2013: LA GIUNTA CANCELLA IL PARCO DEGLI ULIVI CON 24mila METRI CUBI. BASTA CEMENTO, ROTTAMIAMOLO! ],
che consentono di lasciare libera dal cemento quell’area e non sacrificano
affatto i legittimi interessi dei proprietari.

Ecco la proposta alternativa alla cementificazione dell’area
che ho più volte avanzato in questi anni: un accordo tra Comun e proprietari
che preveda il trasferimento dei diritti edificatori esistenti (quasi 25.000
mc) e riconosciuti dal piano regolatore su area diversa da individuare a fronte
della cessione al Comune del cosiddetto “parco degli ulivi”. Si potrebbero
utilizzare, come zone di “atterraggio” dei volumi, aree nel patrimonio comunale
che rinvengono dalle cessioni effettuate dai lottizzanti nelle zone di
espansione (Trentacapilli, Parco San Giuliano). Aree destinate a servizi e
attrezzature di quartiere su cui il Comune, sinora, non ha mai realizzato
nulla, consegnandole allo stato di abbandono. In tal modo, si raggiungerebbe un
duplice risultato virtuoso: 1) si alleggerirebbe il carico edilizio nella zona
B1 (quella in cui è ubicato il suolo in questione); 2) si riqualificherebbero
aree cedute al Comune e in abbandono, dotando i nuovi quartieri di servizi e
strutture utili ai residenti (ad esempio, la scuola di cui necessita il
quartiere Trentacapilli).

Basta con cemento e palazzi, ne abbiamo fin troppi. Servono
aree destinate a verde, servizi e strutture al servizio delle persone. Servono
decisioni e amministratori coraggiosi, atti e non comunicati, politici di
parola e non parolai.

Altamura, 6 aprile 2014

ENZO
COLONNA

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA
    Sito internet: www.altamura2001.com