TUMORI E INQUINAMENTO AD ALTAMURA. DIAMOCI UNA MOSSA.

emendamento_indagine_inquinamento_e_tumori.png

Sono passati due mesi e mezzo dall’approvazione in consiglio
del bilancio comunale di previsione 2013. Con i nostri emendamenti (a firma
mia, di Rosa Melodia, Lello Rella, e con l’appoggio di Donato Piglionica,
Saverio Diperna, Gino Loiudice, Saverio Loiudice), riuscimmo, tra l’altro, a
creare e inserire nel bilancio due voci di spesa:

  1. Il primo emendamento
    proponeva lo stanziamento di 100.000 euro per "Indagine/Screening, con
    rilevamenti a campione, sulle condizioni di salubrità di aria e acqua nel
    territorio comunale, con particolare riferimento alle aree in prossimità dei
    siti di smaltimento di rifiuti e nel centro abitato (per verificare l’impatto
    di fattori inquinanti come traffico e impianti di emissione di radiazioni
    elettromagnetiche)". L’emendamento fu approvato, sebbene con uno
    stanziamento ridotto a 20.000 euro.
  2. Il secondo proponeva lo stanziamento di 30.000 euro per
    "Avvio censimento e indagine epidemiologica aventi ad oggetto le patologie
    tumorali nel territorio comunale". L’emendamento fu approvato, sebbene con
    uno stanziamento ridotto a 10.000 euro.

 

emendamento_indagine_inquinamento_e_tumori.png

 

Solo un primo piccolissimo passo, dopo numerose iniziative e
tentativi andati a vuoto negli anni scorsi.
A distanza di due mesi e mezzo, però, alcuna iniziativa per
dare attuazione alle misure previste in quel bilancio è stata adottata.
Torniamo a chiedere, al sindaco e all’amministrazione,
iniziative e atti concreti. Sia chiaro, a nessuno venga in mente di tradurre il
tutto nel solito convegno, nella solita kermesse/passerella, nella solita
riunione o tavola rotonda. Attività a cui si è ormai ridotta l’amministrazione
Stacca da molti mesi a questa parte. Inconcludente, inutile, senza risultati
concreti.

In particolare, per l’indagine sui tumori, avevo suggerito
di creare un comitato tecnico con medici/rappresentanti della ASL, con medici
di base, farmacisti, così da condividere tutte le informazioni e tutti i dati
utili a consentirci di determinare l’incidenza di queste patologie tra le cause
di mortalità e la loro diffusione tra la popolazione residente ad Altamura.
È indispensabile – senza allarmismi, ma anche senza idiote
sottovalutazioni – giungere ad un sufficiente livello di conoscenza e di
verità. C’è un problema ad Altamura? Oppure, alla luce di dati oggettivi da
acquisire, l’incidenza di queste patologie è purtroppo in linea con le medie
statistiche regionali e nazionali?

Insomma, sindaco, amministratori al potere, in bilancio
siamo riusciti ad inserire queste somme, modeste forse. Si tratta di denaro
pubblico, ritengo, questa volta, che sarebbe ben speso. I cittadini sarebbero
ben contenti di sapere che il loro denaro sia destinato per questo tipo di
iniziative. Su questi temi la sensibilità e la misura dell’allarme sociale sono
elevatissime. Tutte le famiglie sono investite e devastate dal dolore e dalle conseguenze
di queste malattie.
È necessario ora avviare rapidamente un’operazione
conoscenza e verità su presenza/grado e fattori di inquinamento nel nostro
territorio e sulla diffusione dei tumori nella comunità cittadina.

Altamura, 20 febbraio 2014

ENZO
COLONNA

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA
    Sito internet: www.altamura2001.com