INFO POINT VIA TREVISO: UN NUOVO E ONEROSO APPALTO. QUALCOSA SI MUOVE, MA NON MANCANO LE ‘STRANEZZE’

info_point_-_foto.jpg

 

PUBBLICATO
IL BANDO PER UN NUOVO E ONEROSO APPALTO PER LAVORI CHE, IN REALTÀ, AVREBBERO
DOVUTI ESSERE CONTEMPLATI GIÀ NELLA PROGETTAZIONE INIZIALE. L’AMMINISTRAZIONE
COMUNALE TACE ANCORA SUL FUTURO DELLA STRUTTURA E SULLA SUA REALE DATA DI
APERTURA.

L’info point
turistico doveva aprire il 26 febbraio 2009. Dopo tre anni e mezzo, la
struttura è ancora un cantiere e l’amministrazione vara un appalto da 256mila
euro per il suo completamento.

info_point_-_foto.jpgPeriodicamente,
torniamo ad occuparci di uno dei tanti “misteri” generati dalla scadente
gestione amministrativa della Città: l’Info Point, la struttura in costruzione
in via Treviso
che dovrebbe fungere da centro di informazione turistica sui
siti strategici dell’Uomo di Lamalunga, Cava dei Dinosauri e Pulo di Altamura. Come
da anni denunciamo
con interventi pubblici e interpellanze del nostro
consigliere comunale Enzo Colonna [leggi ad esempio qui, qui
e qui], l’Info
Point è ancora un cantiere inutilizzabile, nonostante i lavori dovessero finire
il 26 febbraio 2009
(e il sindaco Stacca ne menasse vanto: leggi qui a
pagina 20
).

L’amministrazione
comunale
, che sulla questione non si è mai degnata di rispondere e dar seguito alle
nostre ripetute sollecitazioni [leggi anche qui] nonostante per
l’Info Point si siano spese ingenti risorse pubbliche (circa 740mila euro tra
costruzione e videosorveglianza), ora lancia un altro sorprendente appalto: una
nuova gara da 256mila euro per la “Realizzazione di marciapiedi e recinzioni,
rivestimenti e pitturazioni, elementi di protezione e occultamento macchine
esterne per riscaldamento e raffreddamento ambienti, impianto di illuminazione
area antistante edificio, sistemazione a verde e realizzazione piazza area a
monte dell’edificio
” [leggi
qui
]. Siamo lieti che finalmente qualcuno (il dirigente del settore “lavori
pubblici”) dal Palazzo di Città abbia preso a cuore la questione dell’Info
Point
e voglia arrivare, sebbene in clamoroso ritardo, al completamento
dell’opera come da noi richiesto, ma non possiamo non rilevare alcune stranezze
che lasciano perplessi: si procede ora ad una nuova e onerosa gara d’appalto
per interventi che avrebbero dovuto essere già contemplati nella progettazione
iniziale
. Ancora una cospicua iniezione di soldi pubblici per completare la
struttura, sforando così ogni previsione iniziale di spesa!

Inoltre tutto
questo accade mentre ancora una volta non viene chiarito dal sindaco e dai suoi
collaboratori quando l’Info Point potrà essere aperto una volta per tutte,
quali contenuti saranno dati alla struttura e quale forma di gestione sarà assicurata
.
Elementi fondamentali per dare un senso a quello che rischia di rimanere uno
scatolone vuoto in un lembo dimenticato di città.

Si potrebbe varare un concorso di idee, si
potrebbero coinvolgere giovani professionisti locali e associazioni per
delineare ruolo, scopi, modalità di fruizione e valorizzazione dell’Info Point

ma tutto tace. All’amministrazione comunale interessa il presente fatto di
immobilismo e spartizione di potere. Il futuro della Città a quanto pare no.
 
Altamura, 3 settembre 2012

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Claustro Michele Giannelli n. 81 (a ridosso di Piazza Municipio, al primo piano). Sito internet:www.altamura2001.com