PARTE IL TOTO-RIDUZIONE DEI COSTI DELLA POLITICA. IGNORATE LE UNICHE PROPOSTE DA TEMPO AGLI ATTI!

Negli ultimi giorni, forse grazie alla "scossa" data dagli
eventi politici nazionali che propongono movimenti in ascesa e altri in rapido
declino, anche ad Altamura notiamo una notevole effervescenza da parte di
alcuni gruppi di maggioranza e minoranza nel lanciarsi a tutto spiano in
proposte di riduzione dei costi della politica locale
(leggi qui oppure qui e inoltre qui). Ben vengano, pur con un certo
ritardo!

Ci permettiamo soltanto di ricordare che da cinque mesi languono nei
cassetti del consiglio comunale tre proposte molto puntuali per ridurre tali
costi
[leggi qui], presentate dal nostro consigliere comunale Enzo
Colonna
insieme ai colleghi Lello Rella e Rosa Melodia. In dettaglio:

  1. la riduzione del numero di adunanze delle commissioni consiliari (al
    massimo, una sola alla settimana) per fermare il proliferare di riunioni poco
    produttive e per ridurre drasticamente i costi del loro funzionamento
    determinati da assenze retribuite dal lavoro e gettoni di presenza [leggi qui per approfondire];
  2. la riduzione da 8 a
    6 del numero di assessori
    [leggi qui per approfondire];
  3. l’istituzione dell’anagrafe degli eletti (proposta sostenuta con una
    mozione anche dal gruppo del PD) e di un portale online destinato a dare
    massima pubblicità e trasparenza all’attività amministrativ
    a: un mezzo per
    rendere noti a tutti redditi e patrimoni di amministratori, atti che vengono
    prodotti dall’amministrazione cittadina, incarichi e consulenze, indennità
    corrisposte dal comune, appalti e aggiudicazioni di lavori e servizi pubblici [leggi qui per approfondire].

Chissà come mai nessuno di coloro che oggi si esercitano in proprie
ricette ha sentito il bisogno, dal dicembre 2011 ad oggi, di sollecitare il
consiglio comunale al loro esame. Eppure si tratta di indicazioni in grado di
far ottenere un risparmio alle casse comunali di almeno 150.000 euro all’anno.

Affannarsi a dire la propria è un ottimo esercizio di democrazia e
tutti i consiglieri di maggioranza e opposizione hanno sicuramente un’arma a
disposizione per dare concreta testimonianza della loro buona volontà:
discutere e soprattutto votare le proposte da tempo agli atti, contribuendo, se
ritengono, al loro miglioramento. Semplice e indolore.

Se poi tutti insieme si volesse anche
approfondire come risparmiare ulteriori 2,5 milioni di euro in poche e decise mosse

[leggi
qui
: raggiungere un livello minimamente decente di raccolta differenziata,
rifare il dispendioso impianto di illuminazione pubblica cittadina e abbattere
buona parte dei fitti passivi pagati dall’amministrazione comunale] come da noi
proposto anche qui da tempo, saremmo lietissimi di dare il nostro consueto
contributo
.

Altamura, 16 maggio 2012

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Claustro Michele Giannelli n. 81 (a ridosso di Piazza Municipio, al primo piano). Sito internet: www.altamura2001.com