MINIGARA RIFIUTI: ANCHE IL CONSIGLIO DI STATO RESPINGE LA SOSPENSIVA. ASPETTIAMO SENTENZA DI MERITO

logo-ariafresca.jpg

 

 

Respinto dal Consiglio di Stato il ricorso della Tradeco che aveva impugnata l’ordinanza del Tar Puglia di diniego della sospensiva della procedura negoziata per l’affidamento del servizio rifiuti per un anno (c.d. minigara). Si tratta dell’ordinanza n. 1520 depositata oggi 18 aprile 2012 (leggi qui).

 

Come abbiamo scritto nelle note diffuse nelle settimane scorse (che torniamo a segnalare: leggi qui l’ultima), si tratta del "male minore", date le condizioni in cui siamo e che ci sono imposte dalla sconcertante e scandalosa impreparazione dell’amministrazione comunale alla scadenza del contratto decennale che lega il Comune alla Tradeco. Almeno, così, potrà essere assicurato per un anno l’irrinunciabile servizio rifiuti ad un costo più contenuto dell’attuale (circa 800mila euro in meno).

La condizione è però, lo ripetiamo ancora, che il ricorso della Tradeco sia rigettato anche nel merito, quindi quando sarà emessa la sentenza (per il 10 maggio è prevista l’udienza al Tar per l’esame del merito). Ora infatti siamo solo nella fase cautelare.

Il problema è infatti un altro. Ove la Tradeco dovesse risultare vincitrice di questa gara ristretta e limitata a soli tre partecipanti (una procedura di urgenza, non preceduta dalla pubblicazione di un bando), in virtù del ricorso presentato al Tar, potrà sempre far valere, nel corso del giudizio, la lamentata riduzione del compenso rispetto all’attuale servizio. È quanto riusciamo a cogliere dai sintetici passi dell’ordinanza del Tar n. 201 del 21 marzo 2012 [leggi qui l’ordinanza]. Se la tesi della ditta altamurana dovesse essere accolta con la sentenza di merito, ci troveremmo nella condizione di aver comunque affidato il servizio per un anno con una procedura d’urgenza tutta particolare, con i limiti che abbiamo denunciato nelle scorse settimane [leggi: Appalto rifiuti: inerzie, ritardi e omissioni di sindaco e maggioranza, che intanto fanno l’ammuina (clicca qui)], senza però ottenere almeno il vantaggio da noi auspicato, vale a dire il risparmio di spesa di circa 800mila euro in un anno [leggi qui].

 

Altamura, 18 aprile 2012

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Claustro Michele Giannelli n. 81 (a ridosso di Piazza Municipio, al primo piano). Sito internet: www.altamura2001.com