NUOVO APPALTO RIFIUTI: DOPO 10 ANNI DELL’ATTUALE SERVIZIO, IL NULLA. UNO SCANDALO CHE CI PREOCCUPA!

LA PROROGA
DELL’APPALTO ALLA TRADECO È SICURA, COSTOSA, ILLEGITTIMA.

Ad un mese dalla scadenza del contratto, l’amministrazione
Stacca si permette il lusso di far arrivare in consiglio solo un “progetto
preliminare” del nuovo servizio. Ci facciamo carico noi di far conoscere tale
progetto, preparato mesi fa senza il minimo coinvolgimento di cittadini e
utenti e tenuto finora nel cassetto.

Facciamo noi quello
che avrebbe dovuto fare molto tempo fa l’amministrazione Stacca: mettiamo a
disposizione il progetto preliminare predisposto nell’estate scorsa dalla Esper Srl su incarico dell’amministrazione comunale e riguardante la “RACCOLTA
INTEGRATA DEI RIFIUTI URBANI ED ASSIMILATI”
.


Senza alcuna altra
indicazione e determinazione
, se non del tutto generiche affermazioni di
principio, tale progetto (sottolineiamo: "preliminare") giunge
formalmente all’attenzione del consiglio comunale, convocato sul punto venerdì
13 gennaio, a pochissimi giorni dalla scadenza del contratto
(17 febbraio
prossimo) che da dieci anni lega il Comune alla Tradeco per il servizio di
raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani della Città.


La proroga
dell’attuale e costoso contratto, come appare evidente e come evidenziamo da
mesi
[leggi qui ad
esempio
], è scontata. Un vero e proprio SCANDALO AL SOLE, di cui sono
altrettanto chiare ed evidenti le responsabilità
tutte riconducibili
all’amministrazione in carica che nulla ha fatto affinché, come chiedevamo da
anni, il Comune arrivasse a tale importante appuntamento con le carte a posto e
pronte, con soluzioni efficaci e puntuali.


Rileviamo con
sconcerto e preoccupazione che
, con l’evanescente proposta di deliberazione
depositata dai vertici amministrativi comunali l’8 gennaio scorso, si tenta
pure di scaricare sul consiglio comunale e quindi sui singoli consiglieri la
responsabilità di disporre una proroga contrattuale che la legge non ammette
, così
da coprire l’ingiustificato e incredibile ritardo con cui si tenta ora di
avviare le procedure per l’affidamento del nuovo servizio. È scritto infatti
nella proposta che è il consiglio a “dare mandato agli uffici competenti (quali
poi?) di predisporre gli atti necessari per garantire la continuità del
servizio di gestione dei rifiuti urbani in attesa che venga completata la
procedura di affidamento del nuovo servizio vista l’imminente scadenza del
vigente contratto prevista per il 17/02/2012
”.


Intanto, in
vista del prossimo consiglio comunale, chiediamo di farci pervenire
osservazioni, spunti, proposte, di cui terremo conto
nell’intervento che il
nostro consigliere Enzo Colonna farà in aula consiliare e nel documento che,
con le altre forze di minoranza, si andrà ad elaborare. Scrivete a:  enzo(at)altamura2001.com.


Qui i files per
esaminare il materiale predisposto dalla società Esper:

Raccolta
integrata rifiuti urbani e assimilati – Progetto preliminare (clicca qui per la parte 1, pagg. 1-27)



Raccolta
integrata rifiuti urbani e assimilati – Progetto preliminare (clicca qui per la parte 2, pagg. 28-32)



Raccolta
integrata rifiuti e assimilati – Progetto preliminare (clicca qui per la parte 3, pagg. 33-64)



Raccolta
integrata rifiuti e assimilati – Progetto preliminare (clicca qui per la parte 4, pagg. 65-97)

Altamura, 12 gennaio 2012

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Claustro Michele Giannelli n. 81 (a ridosso di Piazza Municipio, al primo piano). Sito internet: www.altamura2001.com