STADIO D’ANGELO ANCORA CHIUSO: SALTATI I TEMPI DI CONSEGNA, NONOSTANTE PROMESSE E IMPEGNI PUBBLICI

logo-ariafresca.jpg

Stadio
D’Angelo, cronaca di una farsa annunciata. Dovrebbe essere questo il titolo di
un film che dovesse raccontare quel che è accaduto e sta accadendo a riguardo
del più importante impianto sportivo cittadino.


Come ben
sanno sportivi e appassionati, la struttura è ancora interdetta al pubblico
poiché i lavori di parziale ristrutturazione [leggi
qui
] che la interessano non sono ancora terminati. Nonostante le
dichiarazioni pubbliche di amministratori, assessori e uffici comunali.
Nonostante mille promesse, comunicati stampa e rassicurazioni.


Prima, a
fine aprile, i signori amministratori hanno raccontato ai cittadini che i
lavori si sarebbero svolti durante i mesi estivi, emettendo un apposito
comunicato stampa che solennemente dichiarava: “i lavori saranno realizzati nel
periodo di sospensione delle attività agonistiche” [leggi
qui
]. Falso, poiché l’intervento ha avuto effettivo inizio solo ad agosto, buttando
alle ortiche i mesi giugno e luglio in cui lo stadio non è utilizzato dalle
società sportive. 


Non
contenti, le balle sono continuate a fine agosto, quando si aveva già contezza
dei ritardi accumulati. Questa volta, gli amministratori hanno utilizzato una
delibera di giunta comunale [leggi
qui
] per sparare un’altra data prevista di fine lavori: «Lo stadio è
interessato da lavori di sistemazione e adeguamento a norma che avranno termine
presumibilmente il 26 ottobre 2011». Falso anche in questo caso, tanto che ancora
domani (domenica 06 novembre) la gara di calcio tra Puglia Sport Altamura e Santeramo
si giocherà a porte chiuse, per l’ennesima volta.


Il risultato
è che la cattiva programmazione e gestione dell’intervento di ristrutturazione
dello stadio ha finora causato la disputa di ben otto partite a porte chiuse e
costretto spesso le squadre cittadine ad allenarsi e giocare senza docce calde,
in mezzo ai calcinacci e alla polvere (ovviamente, senza alcuno sconto sul
ticket da pagare).


Ecco, di
fronte a tutto questo, di fronte a scadenze mancate, bugie ripetute e
dilettantismo sulla pelle dei cittadini, abbiamo fatto un sogno: che sindaco e
assessori producano e divulghino un comunicato stampa per scusarsi,
semplicemente scusarsi. Un gesto minimo di civiltà. Ce la faranno o è per loro
una fatica immane?

Altamura, 5 novembre 2011

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Claustro Michele Giannelli n. 81 (a ridosso di Piazza Municipio, al primo piano). Sito internet: www.altamura2001.com