UN ALTRO OMICIDIO AD ALTAMURA. SIAMO ALLARMATI!




Apprendiamo con sgomento e preoccupazione la notizia di un
ulteriore omicidio avvenuto oggi nella nostra Città
[leggi qui], il
terzo dopo il duplice assassinio in pieno giorno e in pieno centro avvenuto il
27 marzo scorso.

È fuori di dubbio che ad Altamura si stia assistendo ad una
gravissima escalation di violenza che non deve essere sottovaluta
e va affrontata
con fermezza e garantendo massima collaborazione agli organi inquirenti e alle
forze dell’ordine.

Da tempo abbiamo segnalato gli appelli e le dichiarazioni di
allarme diffuse dal Procuratore della Repubblica di Bari Antonio Laudati
[leggi qui] che,
richiamando i fatti criminosi di particolare gravità avvenuti nella nostra
Città, ha descritto un quadro generale particolarmente preoccupante che vede
l’affermarsi dell’espansione del controllo dei clan criminali baresi nei centri
della provincia come, ormai da tempo, Altamura
.

Non ci stancheremo di sottolineare che quanto, da tempo, sta
avvenendo drammaticamente ad Altamura spazza via, in maniera violenta e senza
possibilità alcuna di incertezze o equivoci, ogni autoconsolatoria formula o
retorica come quella che ha portato sinora i vertici del potere cittadino a
dire e ripetere:
«Altamura è un’isola felice. Considerando gli episodi di irregolarità
che si verificano sul nostro territorio, si nota che sono solo fatti di
microcriminalità, tra i quali spicca lo spaccio di droga. … Comunque, ripeto,
Altamura da questo punto di vista non ha da avere paura perché i tassi di
criminalità sono veramente molto, molto bassi
.» [clicca
qui per leggere per intero un’intervista al sindaco di due anni fa
].

È evidente che Altamura non solo non è “un’isola felice”
(questo era da tempo chiarissimo a chiunque guardasse con lucidità alla situazione
cittadina) ma che la violenta arroganza della criminalità impone una reazione
prima di tutto civile.

Tocca infatti a noi, cittadini altamurani, alle istituzioni
locali (amministrative, politiche, civili, religiose, economiche), ascoltare,
non fare finta di nulla e reagire con le armi della legalità, della
trasparenza, della partecipazione, dell’impegno, del lavoro quotidiano, della
denuncia, della solidarietà, della leale e fiduciosa collaborazione con le
istituzioni preposte alla giustizia e alla sicurezza collettiva
.

SIAMO TUTTI AVVERTITI. SENZA ALIBI.

 

 

Altamura 6 settembre 2010

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

   Sede: Vico Mercadante (di fronte Chiesa S.
Nicola). Sito internet: www.altamura2001.com