LA FARSA DELLA CHIUSURA AL TRAFFICO DEL CENTRO STORICO

logo-ariafresca.jpg

 *

Con una delibera di giunta, dopo aver speso quasi 700mila
euro, l’amministrazione cancella la Zona a Traffico Limitato (ZTL). Altro che
tutela del centro storico, dei pedoni e dei turisti!

LA FARSA DELLA CHIUSURA AL TRAFFICO DEL CENTRO STORICO

Per l’ennesima volta, questa amministrazione prende in giro
spudoratamente i cittadini. Nonostante mille proclami e centinaia di migliaia
di euro spesi in costose apparecchiature (quasi 700mila euro),
l’amministrazione Stacca ha deciso, con una deliberazione di giunta del 5
agosto, di lasciar scorrazzare le auto in piazza Duomo e nel centro storico
così come accade da anni
, senza cambiare di una virgola l’andazzo.

In un colpo solo, il sindaco e i suoi collaboratori si
rimangiano anni di chiacchiere e annunci
. Con l’ultima trovata,
l’amministrazione Stacca dà il via libera in maniera ufficiale alla possibilità
di scorrazzare per il centro storico in auto o moto
: dunque si continuerà a
passeggiare nello smog dei gas di scarico, i bambini non potranno giocare e
correre senza rischiare di essere investiti, i turisti dovranno accontentarsi
di foto ricordo della Cattedrale con le auto parcheggiate davanti al portale.

Quanto deciso da Stacca e i suoi è un insulto
all’intelligenza. Tutti i mezzi a motore potranno liberamente circolare dalle
8:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 19:30
[leggi
qui il comunicato dell’amministrazione
]. Le uniche ore di divieto, avete
letto bene, sono quelle del primo pomeriggio e della notte
. Spiegazioni
razionali non ce ne sono ad un provvedimento così insensato, che rivela totale
mancanza di coraggio, di lungimiranza e di qualsivoglia programma di
valorizzazione del centro storico.

Sorge spontanea una domanda: valeva la pena spendere quasi
700mila euro per un impianto di telerilevamento che serve in realtà solo per
quattro ore serali
(sino alle 24, perché la chiusura al traffico nelle ore
notturne non serve a molto) e per un impianto di videosorveglianza che non si
capisce se funzioni o no e non ha sinora aiutato a risolvere uno solo dei
delitti e dei casi criminali che, in modo preoccupante, si sono verificati
negli ultimi tempi nella nostra città?

Eppure di risposte sensate al problema del traffico e della
sicurezza, il nostro Movimento ne sta suggerendo, da anni,
molteplici e di
facile attuazione:

  • utilizzare i meno costosi e più efficaci dissuasori
    retrattili
    per impedire l’accesso indiscriminato delle auto al centro storico;
  • garantire anche nella fascia notturna il servizio della
    polizia municipale
    (che attualmente termina alle ore 22);
  • pensare a razionali aree di parcheggio gratuite e riservate
    agli abitanti ed agli operatori commerciali e professionali del centro storico

    lungo l’anello extramurale;
  • prevedere, facendo ricorso anche a fondi regionali che di
    volta in volta abbiamo indicato, misure di sostegno agli operatori economici
    del centro storico
    ;
  • un sistema integrato di parcheggi e trasporto pubblico che
    disincentivi l’uso dell’auto;
  • un impianto di sorveglianza che controlli le aree a vero
    rischio di reati come le zone artigianali e le campagne del territorio comunale
    dove, con telecamere piazzate nei punti nodali del sistema stradale, si possono
    prevenire o almeno consentire di reprimere soprattutto i sempre più numerosi
    furti e danneggiamenti.

Di tutto ciò, non c’è traccia nelle scelte di questa
amministrazione.

La sicurezza dei cittadini, la valorizzazione del centro
storico, la difesa degli operatori economici della città, la qualità della vita
ad Altamura, a questi signori, è ormai evidente, non interessano.

Altamura, 7 agosto 2010

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA
   Sede: Vico Mercadante (di fronte Chiesa S.
Nicola). Sito internet: www.altamura2001.com