QUELLO DI POMIGLIANO “È UN ACCORDO CHE FARÁ SCUOLA”. CERTO: LA SCUOLA DEL PIà™ FORTE!

il_prezzo.jpg

Quello di Pomigliano "è un accordo che farà scuola", declama il
Ministro Sacconi. Ha ragione. La vicenda di Pomigliano è emblematica ed
esprime al meglio lo spirito di questi tempi.


Per chi non avesse potuto seguire, sintetizzo così i termini
pesantissimi dell’accordo [leggi
qui il testo dell’accordo
]:


  • 18 turni, sei giorni lavorativi a settimana, che significa lavorare,
    con l’ultimo turno settimanale, sino alle 6 del mattino della domenica;

  • la riduzione dei riposi e l’aumento dei ritmi;

  • la pausa mensa a fine turno con possibilità di trasformarla in
    straordinario qualora per cause esterne non si raggiungesse la
    produzione stabilita;

  • la decisione di non pagare l’indennità di malattia se si supera un
    certo livello di assenze;

  • sanzioni e punizioni, fino al licenziamento, per i lavoratori che
    aderissero ad astensioni dal lavoro nelle ore di straordinario e
    sanzioni pesanti per i sindacati che proclamano agitazioni.


Questi signori – a differenza degli altri (cultori di "pensieri deboli",
di "soft politics") – fanno sul serio. Dietro c’è quell’ideologia di
cui scrivevo qualche giorno fa [leggi qui].

ENZO COLONNA

 

il_prezzo.jpg