RISULTATO RAGGIUNTO: DEFINITIVAMENTE AMMESSI ALL’ISTITUTO ALBERGHIERO TUTTI GLI STUDENTI

Dopo un mese di sollecitazioni, impegno e proposte del Movimento Aria Fresca.

Termina dopo oltre un mese l’odissea dei 44 studenti che avevano fatto richiesta di poter essere iscritti al primo anno dell’Istituto Alberghiero “De Nora” di Altamura e si erano visti negare, dopo un sorteggio, tale possibilità a causa della carenze di aule di cui soffre l’istituto [per ricostruire la vicenda, clicca qui].

Dopo alcune incertezze, con decisione definitiva del preside, che segue un analogo pronunciamento del Consiglio d’Istituto, tutti i ragazzi inizialmente esclusi sono stati ammessi.

I dirigenti della scuola, di fronte a 194 richieste di ammissione ai corsi scolastici, ad aprile erano stati costretti a procedere ad un sorteggio per stabilire quali ragazzi potessero iscriversi all’istituto, poiché il plesso scolastico letteralmente scoppia a causa della cronica mancanza di spazi idonei alla didattica. Una situazione che docenti, dirigenti e studenti denunciano da anni, senza che la Provincia abbia finora mosso un dito e senza che l’amministrazione comunale abbia sostenuto adeguatamente le sacrosante richieste di reperire al più presto nuove aule. 

Il Movimento Cittadino Aria Fresca si era impegnato per tempo sulla questione:

  • abbiamo suggerito all’amministrazione comunale di sostituirsi all’ente provinciale nella ricerca di locali (di proprietà comunale) da adibire ad aule [leggi qui];
  • abbiamo impegnato il consigliere provinciale d’opposizione Giuseppe Gentile a sollecitare l’inadempiente amministrazione provinciale di centrodestra a individuare i fondi necessari per ampliare gli spazi dell’istituto [ne è seguita un’interpellanza urgente di Gentile (leggi qui) e successivamente la positiva risposta dei vertici provinciali (leggi qui il documento in formato .pdf)];
  • il nostro consigliere comunale Enzo Colonna ha scritto una lettera a Lucrezia Stellacci, direttore generale dell’ufficio scolastico regionale della Puglia, segnalando la situazione e sollecitandola a intervenire (leggi qui);
  • abbiamo incontrato personalmente il direttore Stellacci a Bari insieme a una delegazione di genitori dei ragazzi esclusi;
  • abbiamo con nostri comunicati e volantini (v. qui, ad esempio, il nostro volantone) sensibilizzato l’opinione pubblica ed i mezzi di informazione sul tema.

Ora, finalmente, si vedono i risultati di un impegno costante e disinteressato per la risoluzione di un problema che rischiava di negare a 44 ragazzi il diritto allo studio e alla costruzione del proprio futuro. Siamo felici, con la collaborazione di tutti, di esserci riusciti ma non ci fermiamo qui.

È necessario risolvere in via definitiva il problema: non è tollerabile che la Provincia continui a pagare onerosi canoni di locazione (sinora quattro, a cui ora se ne aggiunge un quinto) per gli immobili in uso all’istituto alberghiero.

È necessario che la Provincia tenga fede alle promesse fatte due anni fa e si adoperi per la realizzazione di un nuovo edificio scolastico ad Altamura da destinare all’istruzione superiore [leggi qui, da Notizie-Online.it, in merito all’approvazione dei progetti preliminari di 11 nuovi edifici scolastici da parte della provincia, tra cui uno ad Altamura]. Vigileremo affinché alle promesse seguano presto i fatti.

 Altamura, 21 maggio 2010

logo-ariafresca.jpg

    MOVIMENTO CITTADINO ARIA FRESCA

    Sede: Vico Mercadante (di fronte Chiesa S. Nicola). Sito internet: www.altamura2001.com