DOSSIER RIFIUTI: ENNESIMA BUFERA GIUDIZIARIA AD ALTAMURA, ARRESTI ECCELLENTI… ASSOLUZIONI

 

 

* * *

 

 

PROMEMORIA di altamura2001

 

 

L’indagine in corso e gli arresti effettuati interessano una vicenda relativa alla discarica di Canosa, ma nelle cronache giornalistiche inevitabili saranno i riferimenti alla discarica che il medesimo gruppo imprenditoriale gestisce da vent’anni ad Altamura e che, pochi mesi fa, è stata al centro dell’attenzione per valori di inquinamento delle acque sotterranee ben al di sopra dei limiti di legge.

Rinviamo alla dettagliata ricostruzione di quest’ultima vicenda e della storia della discarica di Altamura fornita dal Foglio diffuso nel dicembre scorso (2005) dal Movimento Cittadino Aria Fresca, reperibile in formato .pdf dal seguente link:

 

METTIAMO LA PAROLA FINE ALLA DISCARICA DI ALTAMURA! (clicca qui)

 

 

 

Sempre sulla discarica di Altamura, vi segnaliamo un documento di Enzo Colonna, consigliere comunale, del 30 novembre 2002:

CRONACA DI UN AMPLIAMENTO ANNUNCIATO (clicca qui)

 

 

 

 

Sul controverso e plurimiliardario appalto (per la durata di dieci anni) per la gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti ad Altamura [predisposto dalla Giunta Plotino, centrodestra, ed a cui dette il via libera, nell’estate del 2001 e tra mille polemiche, la Giunta Popolizio, centrosinistra], rinviamo a questa rassegna di documenti ed articoli disponibili in questo sito:

UN APPALTO DUBBIO: RIORGANIZZARE IL SERVIZIO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI – documento/comunicato di Enzo Colonna del 31 agosto 2001 (clicca qui)

 

 

GLI ESITI IMBARAZZANTI E PREVISTI DELLA GARA D’APPALTO PER IL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO RIFIUTI – gennaio 2002 (clicca qui)

 

 

LA CORTE DEI CONTI INDAGA SUL NUOVO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI NETTEZZA URBANA – febbraio 2004 (clicca qui)

 

APPALTO RIFIUTI AD ALTAMURA: LA CORTE DEI CONTI INDAGA – articolo di Repubblica del 21 marzo 2004 (clicca qui)

 

 

 

 

Sull’indagine e condanna di diversi amministratori comunali (Giunta Plotino) da parte della Corte dei Conti in merito alla plurimiliardaria transazione (risalente all’autunno 1999), rinviamo ai seguenti link:

SERVIZIO RIFIUTI, ALTRA TEGOLA. LA CORTE DEI CONTI INDAGA SULLA TRANSAZIONE – 17 giugno 2001 (clicca qui)

 

 

RACCOLTA DIFFERENZIATA AD ALTAMURA: AL DANNO DEI COSTI, LA BEFFA DEI RISULTATI (con gli estremi della sentenza della Corte dei Conti) – 27 dicembre 2003 [clicca qui]

 

 

 

 

Sui dubbi di legittimità dei rinnovi semestrali dell’affidamento del servizio di smaltimento di rifiuti solidi urbani concessi dal Comune alla Tradeco nel periodo giugno 2000 – febbraio 2002, v.:

ILLEGITTIMI I RINNOVI ALLA TRADECO? UN MILIONE E MEZZO DI EURO DA PAGARE? – 25 giugno 2004 (clicca qui)

 

 

 

*

 

 

NOTA di altamura2001

 

 

Per quanto ci riguarda ed al di là dei risvolti giudiziari (che non ci competono), si confermano – se possibile, con ancor maggiore e drammatica validità – le riflessioni, pochi giorni fa, svolte in questo sito da Enzo Colonna:

"Un crimine ben più grave di furti di legalità, di denaro pubblico, si sta consumando da lungo tempo a danno di questa città. Ben più grave, pericoloso e disturbante di latrocini e concussioni varie…

A questa città stanno rubando, giorno dopo giorno, la speranza ed il diritto a qualcosa di meglio per sé e per il prossimo. A questa città stanno rubando il diritto a crescere e progredire, possibile solo se c’è qualcuno in grado di sognarla meglio di quella che è…

A chi tocca iniziare a costruire una prospettiva, senza la quale c’è solo il prolungarsi di un penoso e lurido ristagno?"

 

Leggi: A QUESTA CITTÀ STANNO RUBANDO LA SPERANZA (clicca qui)

 

 

Per chi voglia rileggersi quanto scrisse Tommaso Fiore il 10 maggio 1922, data delle sue dimissioni da Sindaco di Altamura, il link è il seguente:

"Se i volponi già intanati nel comune tenteranno di rifarvi il covo, allora sarà tempo, o combattenti, di ricacciarli a pedate, come negli anni scorsi" (clicca qui)

[Passo significativamente ripreso da Tonio Tondo, inviato della Gazzetta del Mezzogiorno, nella sua inchiesta pubblicata il 18 marzo 2006 (nella pagina che segnaliamo e rendiamo disponibile in .pdf nella parte alta di questo riquadro]